Paesaggi Sonori, dove la musica accarezza le stelle

Paesaggi Sonori: trekking, arte e musica nei suggestivi scenari d’Abruzzo. Lasciatevi incantare da un concerto al tramonto o sotto le stelle. Qui il programma.

Una passeggiata in mezzo alla natura, spogliarsi del superfluo (digital detox per qualche ora) può far riflettere sul fatto che non occorre molto per stare e sentirsi bene. In armonia con la musica e il paesaggio, il piacere di conoscere e conoscersi, è questa l’essenza della stagione 2017 di Paesaggi Sonori. Il progetto dei due giovani abruzzesi Massimo Stringini e Flavia Massimo, nato con l’intento di promuovere le bellezze naturalistiche e culturali d’Abruzzo unendo la passione per la musica, l’arte, la montagna e l’ambiente. Una rassegna di concerti in location d’eccezione, teatri ‘naturali’ che vengono raggiunti con passeggiate a piedi. Dove la musica viene proposta in piena sintonia con l’ambiente circostante.

paesaggi sonori concerti

I concerti

Una concezione umanistica della musica e dell’ambiente che ci piace molto. L’armonia con ciò che ci circonda è anche un principio filosofico. L’impostazione di questo programma evoca il clima culturale e filosofico rinascimentale (che riprendeva la tradizione pitagorica e neoplatonica). Considerava l’armonia dei suoni come il risultato di precisi rapporti numerici, gli stessi sottesi al moto planetario. La musica in tal modo non era più soltanto un’arte pratica ma anche una disciplina speculativa. Sulla base di tali principi si riteneva che le leggi della musica fossero simili a quelle che regolavano il moto dei corpi celesti.
Fu Franchino Gaffurio (Magister della Cappella del Duomo di Milano per quasi 40 anni fino alla sua morte, 1522) a concepire una sorta di “filosofia della musica”. In cui l’arte dei suoni era assimilata alla scienza dei numeri e trattata in base a proporzioni matematiche, in tal modo si raccordava alla tradizione pitagorica e neoplatonica. Quanto l’armonia musicale sia accostabile a quella dei corpi celesti forse lo scopriremo durante questi concerti, tra eremi e fortificazioni sotto il cielo. Luoghi in cui i musicisti, senza pedane né palchi, tra il pubblico, eseguiranno performance uniche all’imbrunire o di notte.

DOMENICA 18 GIUGNO – GNU QUARTET LIVE SUNSET 1763 m – SANTA MARIA DEL MONTE, CAMPO IMPERATORE

Domenica 18 giugno Paesaggi Sonori sale in quota per un evento dedicato alla bellezza nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Sarà la musica dei GnuQuartet – un flauto, un violino, una viola e un violoncello – a catturare l’ascolto tra milioni di fiori, la luce del tramonto e le vette dell’Appennino. Il Corno Grande, il Monte Prena, il Monte Camicia e l’intero settore orientale dell’altopiano di Campo Imperatore.
Dopo un trekking (durata di circa un’ora all’andata cosi come al ritorno e con un dislivello di appena 200 metri), in compagnia di guide di media montagna, ci si siede sul prato e si gode di un concerto in quota al tramonto. Al termine del concerto se si vuole, sarà possibile fare al Rifugio una cena rustica a base di prodotti e tipicità locali.

È una meraviglia scoprire a oltre 1600 metri di quota i resti di una grande masseria recintata da mura di protezione, la grangia di Santa Maria del Monte. Era probabilmente in rapporto anche con insediamenti più piccoli lungo i tratturi dei dintorni. All’interno era dotata di edifici residenziali, di stoccaggio, di produzione e di servizio per i pastori. C’era anche una cappella e una infermeria. Oggi rimangono solo alcune vestigia dell’edificio, alcune cisterne e i recinti per il bestiame, ai margini dei pascoli di Campo Imperatore sul Gran Sasso.
More: http://www.gnuquartet.com/
https://www.facebook.com/GnuQuartet/
Evento facebook: GnuQuartet Live Sunset 1763m (http://bit.ly/2saEFtT)
Prenotazione obbligatoria effettuabile scrivendo a paesaggisonori.abruzzo@gmail.com
Quota di partecipazione di 20 euro per gli adulti, 1 euro per i minori di 14 anni. La quota comprende il servizio guida di media montagna, assicurazione e concerto. Il biglietto si potrà pagare e ritirare in loco il giorno dell’evento.

18 giugno


SABATO 1 LUGLIO – SÒLEY LIVE SUNSET 1460M – ROCCA CALASCIO

La musicista e cantante islandese Sòley presenta il suo ultimo lavoro discografico per la nota etichetta Morr Music. Si parte in trekking dal borgo di Santo Stefano di Sessanio per raggiungere Rocca Calascio, teatro naturale che all’imbrunire ospiterà la perfomance di Sòley.

La sua delicatezza e la sua eleganza si fonderanno in suoni cristallini suggerendo un’armonia a proprio agio con il sole che si nasconde tra le vette più alte dell’Appennino. Al termine del concerto si fa rientro, in notturna, a Santo Stefano di Sessanio. Per l’occasione i partecipanti potranno godere di una scontistica presso gli operatori convenzionati presentando il biglietto (tutti i dettagli sono consultabili sull’evento dedicato nella fan page Paesaggi Sonori).
BIGLIETTI DISPONIBILI | evento Facebook

DOMENICA 6 AGOSTO – NAOMI BERRIL LIVE IN SAN MARTINO IN VALLE – FARA SAN MARTINO

Questa volta il trekking sarà in compagnia della cantante e violoncellista Naomi Berrill. Si parte in trekking dal borgo di Fara San Martino e percorrendo il sentiero tra le gole e le sorgenti del fiume Verde si raggiunge l’eremo di San Martino in Valle le cui pareti accolgono l’incontro originale tra le sonorità pop con l’eleganza della musica classica.

Un insieme puro ed incontaminato che riprende la tradizione irlandese, paese d’origine dell’artista, e la fonde con una sensibilità incline al romanticismo e alla musica barocca.
Tutto rigorosamente in acustico, senza l’ausilio di elettricità. Voce, violoncello ed anima.

DOMENICA 20 AGOSTO – GILLIAN GRASSIE LIVE NOTTURNO 1460M – ROCCA CALASCIO

L’ultimo appuntamento della stagione estiva sarà un trekking con partenza da Santo Stefano di Sessanio al tramonto e concerto all’imbrunire, mentre il cielo si riempie lentamente di stelle. Ai piedi della Rocca di Calascio suonerà la cantante ed arpista statunitense Gillian Grassie, la cui musica è spesso ispirata da opere letterarie. Il suo uso innovativo dell’arpa, la sua lirica, e la sua abilità di compositrice, tra atmosfere pop con influenze folk e blues e venature jazz, hanno attirato l’attenzione dei media internazionali e il Dipartimento di Stato Americano le ha conferito importanti riconoscimenti. Al termine del concerto si fa ritorno a Santo Stefano di Sessanio lasciandosi guidare da un esperto astrologo nell’osservazione della magia della notte tra i suoni della natura e il cielo stellato.

Massimo e Flavia vi invitano a riprendere le scarpe estive, a mettervi qualcosa di comodo e preparare cuore, occhi e orecchie per vivere intensamente l’estate insieme a Paesaggi Sonori nel suggestivo scenario che sa regalare l’Abruzzo.
Tutte le iniziative sono garantite, patrocinate e promosse da Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Parco Nazionale della Majella, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Aquila, Comune dell’Aquila, Comune di Santo Stefano di Sessanio, Comune di Fara San Martino e della rivista di cammini ed escursionismo Trekking&Outdoor. Inoltre, si evidenzia il coinvolgimento, sia nella fase organizzativa che in quella promozionale, di realtà come Acs Abruzzo Circuito Spettacolo, Collegio Guide Alpine d’Abruzzo, Accademia Belle Arti di L’Aquila, Coop La Porta del Sole, i filmakers Hey Doc, Caterina Sebastiani grafica, Fabrizio Giammarco Fotografo e alcuni operatori turistici di Santo Stefano di Sessanio, del Rifugio della Rocca di Rocca Calascio e Rifugio Lago Racollo di Campo Imperatore.

Info e contatti
Mail: paesaggisonori.abruzzo@gmail.com
Fan page: https://www.facebook.com/paesaggisonoriabruzzo
Web:  https://www.paesaggisonoriabruzzo.com
Massimo 328 2822781  –  Flavia 329 0344751

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *