Siena. Gli eventi in programma a Santa Maria della Scala

Santa Maria della Scala presenta il suo ricco programma della seconda metà del 2017: mostre, incontri, eventi e iniziative speciali.

L’evento più importante dell’anno è la mostra su Ambrogio Lorenzetti (dal 22 ottobre 2017 al 21 gennaio 2018), preparata nel corso degli ultimi due anni e iniziata con l’operazione “Dentro il Restauro”, che finanziata dal Mibact, ha consentito il restauro di alcuni capolavori del grande pittore senese. Tra questi il ciclo di affreschi nella basilica di San Francesco, il ciclo di Montesiepi e la Maestà di Sant’Agostino. Lorenzetti è stato un innovatore della concezione stessa dei dipinti d’altare e un grande pittore di storie sacre, ma anche il narratore che ha allargato lo sguardo alla re-invezione del paesaggio e della pittura d’ambiente. Grazie a una serie di prestiti importanti (Louvre, National Gallery, Gallerie degli Uffizi, Musei Vaticani, Yale), l’esposizione narra la vicenda artistica del pittore.

Scala, Ambrogio Lorenzetti

Ambrogio Lorenzetti

La fotografia
La fotografia è uno dei filoni su cui il Santa Maria della Scala sta concentrando la propria attività espositiva e produttiva, con iniziative di vario tipo, da personali a retrospettive tematiche, da produzioni originali a progetti di altri musei ospitati in una logica di collaborazione e scambio reciproco.
Il primo progetto parte il 28 luglio con la Storie di Stanze Room Stories di Cristina Coral, giovane e già affermata fotografa italiana, dallo stile essenziale, con una grande sensibilità nei confronti della luce ed un’attenzione particolare al rapporto fra la figura umana e gli ambienti in cui agisce. Si tratta di foto di atmosfere vintage, dove fragili figure femminili appaiono sole, talvolta in pose languide, immerse nel flusso di intime emozioni. Spiega la stessa Coral: “Le Storie di stanze è uno studio iniziato nel 2013 quando ho scattato in alcuni appartamenti, hotel e ville storiche della mia città. Le stanze che scelgo sono luoghi in cui gli spazi fra gli oggetti – come nelle pitture giapponesi – sono i veri protagonisti delle immagini. Le ambientazioni che scelgo, in qualche modo, devono essere quasi sospese e racchiudere la forma, la composizione e contenere la dimensione delle mie idee. Il tempo come la luce hanno un ruolo molto importante. Credo che “la mia fotografia” colga dei momenti al di là del tempo”, più vicina al mistero che ciascuno di noi é per se stesso. La complessità delle figure femminili è la migliore interprete della mia visione dei sentimenti. Ho voluto catturare tracce del loro dialogo interiore.” Le 23 fotografie della Coral resteranno in mostra nella sala Vieri Mascioli fino al 10 settembre.

cristina coral

Cristina Coral

Dal 15 dicembre fino a metà gennaio 2018 è in programma RiMembra di Monica Biancardi, un progetto fotografico costruito nel corso di alcuni anni dalla fotografa napoletana che al Santa Maria sarà in mostra con un format particolare: 13 acquerelli e 4 dittici fotografici faranno da cornice e accompagnamento all’intero ciclo che sarà proiettato in grande dimensione, accompagnato dai testi scritti per l’occasione dal poeta Gabriele Frasca, che la sera dell’inaugurazione sarà protagonista di un reading accompagnato da suoni e immagini.
L’evento fotografico più significativo in calendario (dal 3 novembre 2017 al 7 gennaio 2018) è Je voudrais savoir, una mostra realizzata in collaborazione con l’Università di Siena in occasione del centenario della nascita di Franco Fortini e prodotta dal Santa Maria della Scala. La mostra prende spunto dal viaggio in Cina da parte di una delegazione italiana a cui parteciparono, oltre a Fortini, alcuni altri artisti e intellettuali: Carlo Cassola, Antonello Trombadori, Ernesto Treccani, Norberto Bobbio, Carlo Bernari e Piero Calamandrei.

cristina coral

Cristina Coral

La mostra prende spunto dalle riflessioni, i pensieri e le fotografie di Fortini in un dialogo con immagini, pensieri e parole degli altri partecipanti al viaggio. Tutti gli altri partecipanti nell’arco dei due anni successivi, pubblicarono scritti o racconti di quell’esperienza di viaggio. È anche una sorta di percorso interiore di alcuni grandi personaggi del Novecento italiano, alla scoperta di quel mondo che ciascuno aveva indagato secondo le propria sensibilità.
Attualmente è in corso In Nomine Lucis, un omaggio al grande musicista Ludovico Scelsi, realizzato in collaborazione con il Chigiana Summer Festival e la Fondazione Isabella Scelsi. Si tratta di un’iniziativa particolare, articolata in 3 “pezzi” strettamente collegati fra loro.

Cristina

Cristina Coral, foto

Una mostra (Nel suono di Scelsi a cura di Irmela Heimbacher); la realizzazione di un percorso sonoro fra le sale del Santa Maria della Scala, musicate da brani di Scelsi e il film d’arte di David Ryan “Via San Teodoro 8”. Indirizzo dell’abitazione romana di Scelsi, attraverso cui il videomaker ricostruisce il processo creativo del grande musicista romano.
Dal 9 settembre al 10 dicembre è in programma La storia per immagini. Vita quotidiana e paesaggio a Siena e nel suo territorio, il progetto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, di cui è capofila la Pinacoteca Nazionale di Siena, che ha come finalità la promozione di un sistema di offerta culturale integrata, basata sulla realizzazione di percorsi specifici e inclusivi.

Monica Biancardi

Monica Biancardi – 20Cenere sulla tenda-Livia

Il percorso del Santa Maria della Scala intende valorizzare il legame indissolubile che unisce l’ospedale al territorio, attraverso una disamina delle aziende agricole note come grance.
Il 21 settembre, si inaugura Caveau, la mostra che conclude l’esperienza lanciata dall’artista Serena Fineschi nel corso del 2016, quando inaugurò “la più piccola galleria d’arte del mondo”, nel cuore di Siena. Chiamò 12 fra curatori e artisti ad animarla, ciascuno proponendo un’opera al mese. I dodici ospiti di Caveau, che saranno in mostra al Santa Maria sono: Bianco-Valente, Vittorio Corsini, Marina Dacci, Pablo Echaurren, Pietro Gaglianò, Ilaria Mariotti, Marco Pierini, Alfredo Pirri, Claudia Salaris, Serse, Marco Tirelli, Paola Tognon.

Delegazione culturale

Delegazione culturale italiana in Cina 24 settembre 24 ottobre 1955

Infine l’8 dicembre apre al pubblico Un secolo di storia. I grandi fatti raccontati dalla Nazione, 1917 – 2017, una mostra itinerante che coniuga il legame tra il quotidiano e il proprio territorio, consentendo ai visitatori di riscoprire gli eventi, i personaggi, le vicende, lungo un percorso di cento anni, letto e interpretato attraverso gli articoli de La Nazione. La mostra senese si arricchirà di una sezione dedicata alla storia cittadina e ai grandi fatti che l’hanno caratterizzata negli ultimi 100 anni.
Il programma di eventi.
Da un lato prosegue l’esperienza di SMS_Live, il programma di incontri, performance, reading, drammaturgie, musica e degustazioni organizzato dal Santa Maria tutti i giovedì in occasione del giorno lungo di apertura del museo (fino alle 22.00), che si basa su collaborazioni con importanti istituzioni culturali nazionali e senesi, come ad esempio le università di Siena e Firenze, il Festival della Crescita, il Siena Art Insitute. Dall’altra il Santa Maria ospiterà tutti gli incontri di “Chigiana Lounge”, a cura di Stefano Jacoviello e organizzati in collaborazione con il Chigiana Festival e con Chigiana Radio Arte, il canale radiofonico tematico specializzato nel rapporto fra musica e arte.

Franco Fortini, Luogo imprecisato Pagode ottobre 1955

L’Acropoli di Siena, percorsi artistici fuori orario è un progetto che costituisce da un lato un’estensione di SMS_Live fuori dalla mura del Santa Maria negli spazi di Piazza Duomo, dall’altro un tassello importante della collaborazione del ‘Museo con Opera Metropolitana del Duomo’ e con ‘Opera Laboratori Fiorentini’, iniziata con la creazione della biglietteria centralizzata di Piazza Duomo e del biglietto Acropoli Pass che consente la visita congiunta al Duomo e al Santa Maria che sta riscontrando un enorme successo presso il pubblico dei visitatori.

Franco Fortini, Luogo imprecisato Ragazza sul fiume settembre 1955

Il clou degli eventi speciali è costituito dal World Tourism Unesco in programma dal 22 al 24 settembre. Unico evento al mondo dedicato alla promozione e valorizzazione dei Siti Unesco, che gode del Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Commissione Unesco. Durante i tre giorni dell’evento, aperto ai visitatori gratuitamente, i Siti Unesco partecipanti avranno modo di farsi conoscere dal vasto pubblico. Un’occasione per riscoprire anche Palazzo Squarcialupi, che finalmente, dopo diversi anni di chiusura, riaprirà le proprie sale al pubblico, dopo i corposi interventi di messa in sicurezza realizzati con ingenti investimenti da parte del Comune di Siena.

Mostra di Cristina Coral
Orari: lunedì – martedì – mercoledì – venerdì – sabato – domenica: ore 10,00 -19,00
giovedì: ore 10,00 – 22,00
Informazioni e prenotazioni
Call center: 0577 286300 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00. sienasms@operalaboratori.com
www.cristinacoral.it

Sito web: www.santamariadellascala.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *