Lo special del giorno di apertura del Festival internazionale del Film di Roma: 17 aprile 2014 – Racconto di un evento

Tale importante premessa attesta che la Chiesa è aperta e si rivolge a tutti. Autorevoli personaggi intervengono durante il docufilm: Pupi Avati, Aldo Grasso, Stelvio Cipriani (autore della musica che esegue lui stesso nel film, il tema di Karol), Javier Zanetti fino a Paolo Rossi (lo sport, in particolare il calcio, costituisce un elemento pacificatore che mette d’accordo tutti). Il racconto inizia con la canonizzazione, il ‘backstage’, i preparativi, le immagini d’archivio e quelle inedite di papa Francesco in occasione della sua elezione e prima della sua proclamazione al mondo intero.

Manifesto de La Grande Bellezza
Manifesto de La Grande Bellezza

La bellezza del film, un piacere estetico e artistico, risiede negli effetti 3D con cui si viaggia all’interno del Vaticano, soprattutto in luoghi esclusivi come l’Archivio Segreto, la scala di Pio IX, la sala Ducale, la Cappella Paolina, l’aula delle Benedizioni, il balcone del papa e infine il Giudizio Universale come neanche Michelangelo lo ha immaginato: con le figure che si staccano dallo sfondo, il cielo blu lapislazzulo che arretra in presenza del divino. L’evento cinematografico – a cui hanno partecipato 40 telecamere, 9 satelliti e 4 regie – offre una impareggiabile occasione di ammirare la ricchezza artistica della città del Vaticano e termina con le vedute aeree su Roma.

Dario Franceschini
Dario Franceschini

I contenuti sono quelli della diretta televisiva a cui ha assistito il mondo intero. In occasione della prima giornata è stato consegnato il premio Marc’Aurelio d’oro per la carriera all’attore cubano Tomas Milian, interprete di molti film polizieschi e spaghetti western negli anni Settanta. In conferenza stampa ha raccontato come si è ribellato alla sua famiglia borghese per andare all’Actor’s Studio di New York ed essere come James Dean nel film La Valle dell’Eden e come la zia cubana, sposata con il preside dell’università dell’Avana, proteggeva Fidel Castro e inviava soldi al Lider Maximo.

Ninetto Davoli
Ninetto Davoli

INFORMAZIONI
Festival internazionale del Film di Roma

Il concorso Vota il film
Il concorso Vota il film

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.