A Grottaglie (TA), città delle Ceramiche, 5-6 dicembre Festa natalizia

I colori e i sapori di un’atmosfera carica di magia che incanterà adulti e bambini: ‘Per Bacco è Natale’, pettole, sannacchiutili, buon vino e mostra di ceramica. Qui anche le RICETTE

locandina
locandina

Sedici postazioni per un percorso engostronomico gustosissimo, tipico della tradizione pugliese durante le festività natalizie. ‘Per Bacco è Natale’ è la prima edizione della festa natalizia di Grottaglie, la Città delle ceramiche, nel tarantino. Due giorni (sabato 5 e domenica 6 dicembre) per trascorrere piacevoli serate con i colori e i sapori del Natale, in un’atmosfera carica di magia che incanterà adulti e bambini.

sannacchiutili
sannacchiutili

Sarà possibile gustare le pettole, i sannacchiutili (dialetto grottagliese) e il buon vino, protagonisti della tradizione pugliese durante le festività natalizie.

pettole
pettole

Le pettole sono palline di pasta lievitata e fritta e saranno rivisitate da sei noti chef: Domenico Marinelli le proporrà con la salvia, Giuseppe Claveri con le noci, Antonio Fasciano userà zucchero a velo, Gabriele Grottoli il salame sia dolce che piccante, Gino Marinelli il baccalà, e Alberto Linoci le rape. Innovativa la postazione Gluten Free guidata dalla cuoca Anna Donatelli: le sue pettole saranno servite sia con le olive nere e sia con salame, tutte senza lattosio e glutine.

pettole
pettole

Presenti anche le produzioni autoctone delle migliori cantine pugliesi (San Marzano Cantine, Pruvas, Cantele, Tormaresca, Alberto Longo e Pietraventosa).
Saranno allestite tre postazioni di ottime caldarroste e una per assaggiare i buoni sannacchiutili, dessert tipico natalizio della provincia di Taranto. Il dolce deve il nome proprio alla sua bontà: “sannacchiutili” vuol dire vanno rinchiusi. Le mamme nascondevano questi dolcetti per farli arrivare sulla tavola di Natale e proteggerli dalle incursioni dei golosi di famiglia. I “sannacchiutili” sono palline al delicato gusto di  cannella, croccanti all’esterno e tenere in bocca, guarnite da un sottile velo di miele e da zuccherini colorati, pronte per essere serviti a cucchiaiate.

Crispi ok

Per Bacco è Natale non è solo enogastronomia ma anche tanto altro: luminarie, negozi aperti, spettacoli, attività di animazione e arte. Domenica 6 dicembre arriverà a Grottaglie, con la sua slitta, il mitico Babbo Natale per portare allegria e gioia ai bambini.
Le attività si svolgeranno in Viale Matteotti e via Guglielmo Marconi e l’accesso alla manifestazione, agli spettacoli e ai laboratori è a titolo gratuito mentre per le degustazioni è previsto un ticket a pagamento.

Ceramiche Domenico PINTO
Ceramiche PINTO

Ai piedi delle mura del Castello Episcopio, nell’antico e unico quartiere delle ceramiche, sarà possibile visitare l’originale mostra del ceramista Domenico Pinto Il viaggio di Ulisse, con una sezione dedicata ai presepi, in omaggio alla tradizione ceramica e presepiale di Grottaglie.

Ulisse
Ulisse

Per Bacco è Natale è organizzato dall’associazione Le Idee Non Mancano insieme all’associazione Commercianti di Grottaglie.

Per Informazioni: 3427769672
leideenonmancano@gmail.com
www.facebook.com/perbacconatale

Si ringrazia l’Ufficio stampa:
Daniela Fabietti 3351979415
fabietti.daniela@gmail.com

LE RICETTE

Ricetta classica Pettole
Ingredienti
500 Gr Di Farina
50 Gr Di Lievito
12 Gr Di Sale
300 Ml Di Acqua Tiepida
Olio Per Frittura Q.b.

Preparazione
Impastare in una pentola con un cucchiaio di legno la farina, il lievito, il sale e l’acqua tiepida.
Lavorare per bene fino al momento in cui, seppur ancora lentamente, l’impasto si staccherà dalla pentola.
Lasciare lievitare l’impasto finché non vedrete apparire le bolle sulla superficie.
Riempire una padella con un’abbondante quantità di olio e mettetelo a riscaldare sul fuoco.
Con un cucchiaino bagnato di acqua, strappare dei piccoli pezzi di impasto e Mettere le pettole a cuocere nell’olio bollente, nel quale assumeranno la forma di pallottole leggere e soffici.
Servire ben calde

Ricetta sannacchiutili
Ingredienti:
500 gr di farina 00
100 gr di olio extra vergine d’oliva
un quarto di bustina di lievito per dolci
50 gr di zucchero
2 uova
vino bianco q.b. (circa un bicchiere)
scorza grattugiata di un’arancia
Miele, circa 500gr, e anisette per decorare
olio per friggere

 Preparazione
In una padella, far scaldare l’olio con la buccia d’arancia. Non deve friggere, ma solo scaldarsi per far sì che l’olio prenda il sapore dell’agrume.
Spegnere e lasciare raffreddare.
Mettere la farina a fontana su una spianatoia e mescolare tutti gli ingredienti insieme, aggiungendo vino se l’impasto risulta troppo duro. Dev’essere compatto e solido.
Dividerlo in pezzetti con i quali formare dei bastoncini che andranno poi tagliati in piccoli tocchetti da incavare su di un rigagnocchi. In frittura, i sannacchiutili raddoppiano di volume, quindi non farli troppo grossi.
Friggere in abbondante olio.
Scaldare il miele in una padella capiente, diluendolo con un paio di cucchiai d’acqua. Versare i sannacchiutili, mescolate per bene e decorate con anisette

Commenti

  1. giovanni lenti

    Vincente senza ombra di dubbio è una buona iniziativa per il nostro paese che per le prossime festività natalizie possa dare a tutti noi e a tutti quelli che parteciperanno ore liete da passare tutti insieme a degustare le leccornie di turno e la bellezza della nostra ceramica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.