Campania stories, rossi e formaggi passionali

Benevento. Campania stories (2016): le annate più recenti di circa 80 aziende campane in degustazione. I rossi che ci hanno appassionato e le produzioni casearie di eccellenza.

Nel programma: seminari sul vino, appuntamenti gastronomici e degustazioni, in occasione delle quali abbiamo testato il 30% dei vini presentati. Il racconto di quelli che abbiamo apprezzato e le eccellenze casearie.

Sala degustazione

Sala degustazione

Il sud, con le sue grandi e piccole produzioni, ha stupito per la sua qualità in crescita, per i suoi vini non omologati, con personalità e aromi diversi, spesso complessi e specchio del territorio.
Cantine Rao, Caiazzo (CE), Terre del Volturno Rosso Silva Rubra 2013 (vitigno: pallagrello nero 40%, aglianico 40% casavecchia 20%; terreno: franco sabbioso; maturazione: 8 mesi in acciaio 16 mesi in legno e 8 mesi in bottiglia). Vino asciutto, corposo, elegante e persistente, buon rapporto qualità/prezzo.

Cantine Rao

Cantine Rao, Terre del Volturno Rosso Silva Rubra 2013

Terre del Principe, a Squille (CE) tra i monti del Taburno e del Matese, Terre del Volturno Casavecchia Centomoggia 2012 (vitigno: casavecchia 100%; terreno:sabbioso-argilloso-vulcanico; affinamento: barrique nuove 30%, di primo passaggio 70% per un anno, 12 mesi almeno in bottiglia). Vino con lieve sentore di vaniglia, profumo di mammole, bel corpo e gusto prolungato.
Terre del Volturno Pallagrello nero Ambruco 2014, (vitigno: pallagrello nero 100%; terreno argilloso-sabbioso-vulcanico, maturazione/affinamento in barrique nuove 30% e di primo passaggio 70% per un anno, 12 mesi almeno in bottiglia). Vino con sentori di vaniglia, amaretti, mandorle, rotondo, elegante.

Casavecchia Centomoggia 2012

Terre del Principe, Centomoggia, casavecchia 2012

Perillo, Castelfranci (AV) vigne a circa 700 m di quota, Taurasi 2007 (vitigno: aglianico; terreno: argilloso-calcareo-tufaceo; maturazione/affinamento: 12 mesi in barrique e 10 mesi in botte). Frutto croccante, pomodori secchi, rude, intenso, progressione gustativa, sapido in finale.

Campania stories, Perillo

Perillo, Taurasi 2007

Luigi Tecce, Paternopoli (AV), Taurasi Poliphemo 2012 (vitigno: aglianico 100%; terreno sabbioso-argilloso di natura calcarea; maturazione/affinamento 12 mesi in carato da 500 lt, 12 mesi in botte da 50 lt, 10 mesi in inox, 14 mesi in bottiglia). Vino con sentori di vaniglia, bel corpo, speziato, progressione gustativa, asciutto nel finale.

Luigi Tecce

Luigi Tecce, Taurasi Poliphemo 2012

La Sibilla, Bacoli (NA), Campi Flegrei Piedirosso 2015 (vitigno: piedirosso 100%, terreno sabbioso-limoso, forte percentuale di ceneri e lapilli; maturazione/affinamento: 3 mesi in acciaio, affinamento in bottiglia). Bel colore granata, subito forte all’attacco, bel corpo, asciutto, riflesso salino.
Colli di Castelfranci, Castelfranci (AV), Taurasi Alta Valle 2011, (vitigno: aglianico 100%; terreno argilloso; malolattica in botte di legno e affinamento per circa 18 mesi tra barrique e botte grande). Buona acidità, profumi prolungati, equilibrato, elegante e ottimo rapporto qualità/prezzo.

I Favati

I Favati, Irpinia Campi Taurasini Cretarossa 2011

I Favati, Cesinali (AV), Irpinia Campi Taurasini Cretarossa 2011 (vitigno: aglianico 100%; terreno calcareo-argilloso; maturazione/affinamento in legno piccolo e medio per 3 anni, in bottiglia per un anno). Vino corposo con finale secco e asciutto, buon rapporto qualità-prezzo.
A Campania stories non sono mancate le eccellenze casearie. Quelle della Fattoria Rosabella di Montella (Avellino) – bio realtà di 80 ettari con una produzione che utilizza solo latte di provenienza da bovini allevati all’interno dell’azienda (agricoltura biologica) alimentati con miscele di cereali e foraggi aziendali – e dell’Azienda Agricola “Savoia Mara” di Roccabascerana (AV) a conduzione familiare, allevamento di vacche pezzate rosse che producono latte ad alto contenuto proteico adatto alla caseificazione, con cui vengono realizzate ricotte, fiordilatte, caciotte, caciocavalli, yogurt, gelato e latte fresco pastorizzato imbottigliato.
Nel prossimo articolo le Aziende si raccontano.
http://www.campaniastories.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.