‘Equals’, un mondo senza passioni sarebbe migliore?

Dalla Mostra del Cinema di Venezia il film fanta-sentimentale di Drake Doremus, prodotto da Ridley Scott, con Kristen Stewart e Nicholas Hoult. Il trailer.

19430-Equals_3___Jessica_Forde

Equals completa la trilogia sull’amore del regista Drake Doremus, dopo Like Crazy (2011, premiato al Sundance) e Breathe (2013).
Il film è ambientato in un mondo futuro ideale – il set è giapponese, minimalista e lussureggiante – dove vivono esseri umani privati delle emozioni per scongiurare guerre, passioni, desideri e qualunque elemento possa innescare conflitti.
Questo mondo asettico, geometrico e platinato affascina e tranquillizza fino al momento in cui le emozioni, l’attrazione e l’amore, nei due protagonisti, Nias e Silas (interpretati da Kristen Stewart e Nicholas Hoult),  riemergono costituendo un pericolo per la comunità.
La vita degli uomini senza passioni ed emozioni perde i connotati della sofferenza ma anche della gioia o felicità. Fino a che punto è bene ‘educare’ la natura umana privandola delle sue passioni?
A proposito delle difficoltà della sceneggiatura Doremus ha dichiarato: “E’ stato difficile immaginare la monotonia ma anche l’apertura mentale e l’intelligenza dei personaggi. Abbiamo lavorato con tutti gli attori per trovare il tono giusto, perché i protagonisti di ‘Equals‘ sono sensibili agli stimoli intellettuali visto che non sono dei robot. Quello che gli manca sono l’emotività e l’empatia. Trovare il tono giusto è stato difficile ma è la prima cosa alla quale abbiamo lavorato durante le prove”.
L’Eden è forse su questa terra, con la sua bellezza, i suoi conflitti e le sue imperfezioni.

Il Red Carpet a Venezia

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.