59. Esposizione Internazionale d’Arte, Eventi Collaterali. Lucio Fontana / Antony Gormley al Negozio Olivetti

59. Esposizione Internazionale d’Arte, Eventi Collaterali. Lucio Fontana / Antony Gormley al Negozio Olivetti

L’eleganza di Carlo Scarpa dialoga con le opere di due maestri della scultura

Le opere di Lucio Fontana e Antony Gormley – disegni, opere su carta e sculture – si incontrano per la prima volta. La scelta dello spazio espositivo merita un plauso di merito. Si tratta di un luogo unico e speciale: il Negozio Olivetti (all’angolo della Corte del Cavalletto), dove la cura per i dettagli è poesia. Il Negozio è di proprietà di Assicurazioni Generali ed è affidato alla cura e alla gestione del FAI dal 2011. Un gioiello architettonico realizzato da Carlo Scarpa nel 1958 situato sotto i portici di Piazza San Marco a Venezia.

Lucio Fontana / Antony Gormley conferenza stampa
Lucio Fontana / Antony Gormley conferenza stampa

La mostra del binomio di artisti Lucio Fontana e Antony Gormley è stata concepita e curata da Luca Massimo Barbero, uno dei massimi esperti di Lucio Fontana nonché consulente scientifico presso la Fondazione dedicata all’artista.

Piazza San Marco vista dalle Vecchie Procuratie
Piazza San Marco vista dalle Vecchie Procuratie

Le opere dei due artisti, più lo splendido spazio espostivo, instaurano un fitto dialogo sull’implicazione della luce e dello spazio. L’esposizione è articolata intorno ad alcuni disegni realizzati da Lucio Fontana tra il 1946 e il 1968 e una serie di disegni, quaderni di schizzi e modelli precisi e puntuali, che ripercorrono gli aspetti della ricerca di Antony Gormley, oltre ad alcune sculture di entrambi gli artisti.

A sinistra, Alberto Viani, “Nudo al Sole” (1956) e Antony Gormley, Rise, 1983-84
A sinistra, Alberto Viani, “Nudo al Sole” (1956) e Antony Gormley, Rise, 1983-84

Così Lucio Fontana, padre dello Spazialismo, ha spiegato il suo confronto con lo spazio e la luce: “io buco; passa l’infinito di lì, passa la luce, non c’è bisogno di dipingere […] invece tutti hanno pensato che io volessi distruggere: ma non è vero io ho costruito, non distrutto”.

Antony Gormley, CHROMOSPHERE
Antony Gormley, CHROMOSPHERE

A proposito del suo incontro con le opere di Fontana, Antony Gormley ha dichiarato: “Lucio Fontana ha trascorso una vita svelando che lo spazio esistesse dietro all’apparenza e invitandoci a viverlo. Sono lieto di avere quest’opportunità di entrare in dialogo con Fontana attraverso oggetti e disegni in cui il corpo e lo spazio siano continuamente visti come mezzi equivalenti di comprensione”. Questa mostra è concomitante con una personale di Gormley, Body Space Time, presso lo spazio toscano di Galleria Continua, in un ex cinema situato nel borgo medievale di San Gimignano.

Lucio Fontana / Antony Gormley al Negozio Olivetti
Lucio Fontana / Antony Gormley al Negozio Olivetti

Il curatore della mostra, Luca Massimo Barbero (storico e critico dell’arte, Direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini di Venezia) a proosito dei due artisti ha precisato: “Fontana e Gormley esprimono scultura al di là del tempo. Nelle opere di Lucio Fontana lo spazio diviene un luogo atemporale e astorico. Segno e corpo dialogano intimamente nel percorso concettuale che sostiene la ricerca di Antony Gormley e che conduce alla totale rottura dei confini imposti tra il dentro e il fuori, lo spazio e il tempo”.

Antony Gormley, Pluck II Model, Subject II Model, Object Model e Object Model 2, nylon, 2021
Antony Gormley, Pluck II Model, Subject II Model, Object Model e Object Model 2, nylon, 2021

Il Negozio Olivetti, originale showroom delle macchine Olivetti progettato da Carlo Scarpa, che accoglie questa mostra è uno spazio ricco di suggestioni. L’architetto Carlo Scarpa è in realtà il terzo protagonista della mostra. L’architettura di Scarpa enfatizza, sottolinea e valorizza forme e colori delle opere in mostra. Queste sono accuratamente inserite in uno spazio disegnato oltre che dalle linee, dalla luce e dai materiali. L’armonia che Carlo Scarpa riesce a creare, attraverso una composizione rigorosa e armonica, raggiunge una perfezione che fa del Negozio Olivetti un’icona del Novecento. L’architettura, del resto, per Antony Gormley è il «banco di prova più efficace e potente per la scultura».

Antony Gormley, Workbooks
Antony Gormley, Workbooks

Anche per Lucio Fontana l’architettura è l’elemento necessario da cui partire per raggiungere in modo percettivo e concettuale una dimensione ulteriore, che non si limita all’oggetto opera, supera le linee e va oltre per conquistare, attraverso il gesto dello scolpire, una dimensione di “eternità”.

Per desiderio di Antony Gormley e della Fondazione Lucio Fontana, e grazie al contributo di Associazione Arte Continua e Galleria Continua, la mostra sarà eccezionalmente a ingresso libero.

Antony Gormley
Antony Gormley

L’Evento Collaterale è promosso e realizzato dall’ASSOCIAZIONE ARTE CONTINUA APS in collaborazione con la Fondazione Lucio Fontana e il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, con il supporto di GALLERIA CONTINUA (San Gimignano, Beijing, Les Moulins, Habana, Roma, São Paulo, Paris, B17).

Il MAXXI ospita a Roma fino al 29 maggio la mostra: Scarpa/OlivettiBrani di una storia condivisa. Disegni, fotografie, documenti, pubblicazioni testimoniano lo straordinario ventennio di collaborazione tra Carlo Scarpa e la Olivetti. Un rapporto di committenza sui generis che rivela una condivisione di valori, temi e vicende che hanno segnato la cultura architettonica italiana nel Novecento.

Carlo Scarpa, negozio Olivetti
Carlo Scarpa, negozio Olivetti

Dopo il conferimento del Premio Olivetti a Scarpa (1956) gli viene affidato il progetto di sistemazione dello spazio acquisito da Adriano Olivetti. Doveva accogliere lo showroom veneziano dell’azienda per essere un «biglietto da visita» per l’Olivetti. Era destinato soprattutto all’esposizione dei prodotti piuttosto che alla loro vendita. Il vano d’ingresso, laterale rispetto alla vetrina sulla piazza, è chiuso da un cancello in ferro intrecciato. All’interno la pavimentazione è soprelevata di trenta centimetri, con pavimento di tessere in pasta vitrea di Murano.

Calcolatrice Olivetti
Calcolatrice Olivetti

La scultura in bronzo dorato di Alberto Viani, Nudo al sole, è riflessa dall’acqua di una vasca in pietra nera. La scala costosissima a lastre sospese, in marmo di Aurisina, è il fulcro visivo, conduce al piano ammezzato. Le balconate sono in legno di teak, utilizzato anche per i rivestimenti al piano inferiore e per le transenne scorrevoli che schermano sulla parete di fondo le aperture a forma di occhio verso la piazza. Nel 1997 la società chiude lo showroom che diveene un negozio di cianfrusaglie. Dopo anni di abbandono le Assicurazioni Generali lo hanno restituito alla città e affidato al FAI.

Informazioni

Lucio Fontana / Antony Gormley
Negozio Olivetti, Piazza San Marco 101
23 aprile – 27 novembre 2022
Tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.30. Ultimo ingresso h. 18.00. Chiuso il lunedì
Prenotazioni e contatti 041.5228387
Istituzione organizzatrice: Associazione Arte Continua

Antony Gormley
“BODY SPACE TIME’
23/04/2022 — 04/09/2022
SAN GIMIGNANO

Scarpa/Olivetti Brani di una storia condivisa
fino al 29 maggio 2022
MAXXI – Via Guido Reni, 4/A – Roma
ORARI: lunedì chiuso, da martedì a domenica 11 – 19, sabato e domenica 10 – 19
la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo

Antonella Cecconi

Viaggi-cultura dipendente. Amo raccontare luoghi, gente, arte e culture. Innamorata dell'orizzonte non potrei vivere senza nuove destinazioni, arte, mare e libri, la mia porta per l'altrove. I regali più graditi: un viaggio o un libro. Segni distintivi: un biglietto in tasca e una valigia accanto al letto, all'interno almeno un libro. eventi@antonellacecconi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.