LIVE FOR PAESTUM, cena stellare per il Parco Archeologico

Live for Paestum. Grazie a LA CENA DELL’ANNO del 30 luglio (firmata Bottura, Reitbauer, Elverfeld e Pepe) sono stati raccolti 32mila euro destinati ai nuovi scavi stratigrafici nel Parco Archeologico di Paestum

Una cena unica e speciale, quella organizzata dal congresso internazionale di cucina d’autore LSDM, per raccogliere fondi destinati a nuovi scavi stratigrafici all’interno del Parco Archeologico di Paestum, autentico gioiello storico e artistico, conosciuto a livello mondiale.

Live for Paestum, i protagonisti

Live for Paestum, i protagonisti

I protagonisti di questa iniziativa al servizio della cultura sono tra i migliori a livello mondiale nell’alta cucina, in un “abbinamento” tra due delle eccellenze del nostro Paese. Ai fornelli si sono alternati Massimo Bottura (Osteria Francescana di Modena), Heinz Reitbauer (Steirereck di Vienna) e Sven Elverfeld (Aqua at The Ritz-Carlton di Wolfsburg), chef pluristellati e ai vertici della The World’s 50 Best Restaurants, con il nostro Bottura sul gradino più alto del podio che lo ha consacrato, ancora una volta, chef numero uno al mondo.

Massimo Bottura, Paolo Terzi fotografo, Modena

Massimo Bottura, Paolo Terzi fotografo, Modena

A completare la squadra Franco Pepe della pizzeria Pepe in Grani, pizzaiolo che si è recentemente confermato al primo posto della classifica della guida 50 Top Pizza. A lui il compito di iniziare la cena con alcuni dei suoi grandi classici, tra i quali la celeberrima Margherita Sbagliata, abbinati a una selezione di etichette di Prosecco DOC, tra gli sponsor della serata. Poi è stata la volta degli chef, con una serie di piatti che ha stupito e soddisfatto i 60 ospiti della serata. Tra le delizie servite, abbinate ai vini dell’azienda “autoctona” San Salvatore 1988, vale la pena citare l’ouverture di Reitbauer, Zucchine con Uva, Fiori di Calendula e Santolina; quindi la Guancia di Maialino Brasato e Vellutata di Finocchio di Elverfeld e l’evergreen Oops! Mi è caduta la crostata di limone di Massimo Bottura.

Massimo Bottura

Massimo Bottura

“E’ stata una serata che non dimenticheremo mai – hanno dichiarato Barbara Guerra e Albert Sapere, curatori di LSDM –  sia per lo straordinario livello proposto dagli chef che per il raggiungimento dell’obiettivo che era quello di raccogliere una cifra considerevole, pari a 32mila euro, che saranno interamente destinati a nuovi scavi stratigrafici rivolti essenzialmente allo studio della cosiddetta Casa dei Sacerdoti, un edificio in qualche modo enigmatico e misterioso che potrebbe, in un futuro prossimo, rappresentare l’ennesimo gioiello di questo meraviglioso forziere che è il Parco Archeologico di Paestum. Anche per questo non possiamo perdere l’occasione di ringraziare ancora una volta i tre chef e Pepe che, in maniera completamente gratuita, hanno subito aderito all’iniziativa. E con loro il direttore del Parco Archeologico, Gabriel Zuchtriegel, che sta facendo di Paestum un punto di riferimento essenziale per tutto il territorio”.

Paestum

Paestum

Gli chef protagonisti hanno partecipato all’iniziativa in forma gratuita al fine di sostenere il progetto di raccolta fondi. Hanno collaborato alla serata l’AIS Campania e l’AMIRA Paestum.
La copertura dei costi logistici della serata è stata affrontata dalle aziende.
La magia di quando il buono si coniuga con il bello.

CON L’ORGANIZZAZIONE DI LSDM 
Sito: https://www.lsdm.it/ 
#LSDM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.