Conero, Portonovo, tra mare e montagna

Santa Maria di Portonovo

Lucciole, mare bandiera blu, una chiesa-gioiello dell’XI secolo, moscioli e pesce dell’Adriatico

L’evento

Il prossimo weekend – dal 20 al 23 giugno 2019 – un evento a tema a Portonovo: Mosciolando (programma) che celebra il famoso mitile diventato Presidio Slow Food.

Per romantici

Ci sono tanti motivi per trascorrere qualche giorno all’insegna della natura, del mare, della montagna e del relax al Conero.
In questo periodo passeggiando la sera lungo i sentieri sembra di entrare nei boschi incantati delle fate: migliaia di lucciole – infallibili indicatori di salute ambientale – si accendono intorno a voi. Non un’apparizione rarefatta ma milioni di puntini luminosi. Già solo questa “magia” vale il viaggio.

Spiaggia "La Vela", Portonovo
Spiaggia “La Vela”

Come se non bastasse la luna non tramonta dietro il monte ma ne segue il profilo come a non voler smettere di luccicare sul mare. A Portonovo è possibile cenare sulla spiaggia, piedi dentro l’acqua, ideale per una cena romantica con la musica del mare (tavolo in prima fila).

Spiaggia di Portonovo

Spiagge e mare

Il Conero è un monte (572 m) che forma un promontorio naturalistico a picco sull’Adriatico. Un Parco Naturale, nelle Marche, che mette d’accordo gli amanti della montagna e quelli del mare. Oltre 20 chilometri di coste immacolate e cinque bandiere blu, calette, spiagge selvagge e attrezzate, raggiungibili attraverso sentieri o via mare (come le Due Sorelle dal porto di Numana). Ogni giorno è possibile cambiare spiaggia e panorama: la Spiaggia dei Sassi Neri (libera), raggiungibile in estate attraverso un sentiero o con mezzi pubblici, oppure la Spiaggia di Mezzavalle, una delle più belle, libera e selvaggia, raggiungibile con sentiero di trekking.  

Mare a Portonovo

A Portonovo la ricettività è limitata ma proprio per questo è un contesto naturale ancora intatto, dove la macchia mediterranea arriva fino al mare. L’arenile è formato dai bianchi ciottoli di pietra del Conero, esito di una frana staccatasi da Pian Grande in tempi lontani. Due laghetti salmastri contribuiscono a formare un ambiente unico, divenuto in parte Riserva naturale.

Spiaggia di Portonovo
Spiaggia di Portonovo

Trekking

All’interno del Parco Naturale è bello addentrarsi nei boschi e seguire i numerosi sentieri di diversa lunghezza e difficoltà: pedonali, ciclabili o da fare a cavallo. Se arriva la stanchezza o il caldo basta raggiungere una spiaggia e tuffarsi nelle limpide acque marine.

Ristorante da Giacchetti, moscioli

Arte e storia

Ma Portonovo custodisce un tesoro d’arte, non visitabile fino a non molto tempo fa e ora, grazie all’affidamento ad Italia Nostra, Santa Maria di Portonovo è aperta in alcuni giorni della settimana (orari).
Questa piccola chiesa dalla bellezza rara e semplice è tutta protesa sul mare e al suo interno risuona il fragore delle onde. Risulta così ben integrata in questo scenario naturale da essere un luogo dall’atmosfera magica in cui sostare, rilassarsi e accordarsi con la sinfonia di bellezza da cui si è circondati.

Santa Maria di Portonovo
Santa Maria di Portonovo

La chiesa è ciò che è rimasto di un monastero costruito con ogni probabilità intorno alla metà dell’XI secolo, forse probabile dimora di San Gaudenzio, vescovo dalmata fuggito dalla sua patria e approdato ad Ancona. Il sito fu abbandonato già nel XIV secolo a causa delle frequenti incursioni dei pirati. Nel Quattrocento il monastero ospitava solo qualche eremita vi si celebrava messa in occasione della festa dell’Assunta. 

Santa Maria di Portonovo, interno

Nel 1663 le fonti riportano che c’erano solo mura diroccate. Nel 1800 il materiale di risulta dell’area abbaziale fu utilizzato per la costruzione del fortino napoleonico. Fu l’abate eremita Casaretto che, nel 1837, si dedicò al suo restauro. Acquisito dallo Stato, dopo l’Unità d’Italia, fu concesso quale ricovero di pecore (sic!). Nel 1894 fu sottoposto a un primo restauro e nel 2002 a una ricognizione archeologica che ha confermato l’ipotesi dell’esistenza di un chiostro a ridosso della costa. L’edificio presenta uno zoccolo di arenaria, pareti in pietra calcarea, pavimento e coperture in cotto. 

Clandestino Susci Bar
Clandestino Susci Bar

La lunghezza della chiesa è pressoché identica alla sua larghezza, la zona dedicata al culto è evidenziata da alcuni gradini. Entrando il suo impianto, scandito da dodici colonne, sembra longitudinale, mentre la cupola centrale, e il tiburio ottagonale esterno, suggeriscono una pianta cruciforme. La pianta rinvia al modello cluniacense con elementi all’esterno che richiamano quello cistercense.    

Vista da Sirolo

Una visita all’incantevole borgo medievale di Sirolo può essere l’occasione di una bella passeggiata tra vicoli e negozietti con l’immancabile sosta all’ombreggiato belvedere, con il mare a perdita d’occhio.

Sirolo
Sirolo

Sapori

Il Conero offre anche l’opportunità di gustare una prelibatezza che, al di fuori del territorio di Ancona, Sirolo e Numana, è difficile trovare. Sono brutte ma non chiamatele “cozze” sono: i  moscioli, la versione selvaggia dei mitili pescati dai sub. La carne del mitilo contiene abbondanti glucidi, sali minerali, vitamine e lipidi in quantità minime. Inoltre le risultanze di esami sul prodotto hanno accertato una presenza di Omega-3, maggiore rispetto allo standard. Altra specialità è il brodetto nelle sue diverse versioni. Quello alla Trattoria Osteria Sara ci è piaciuto particolarmente per la freschezza del pescato e la leggerezza dei condimenti.

Trattoria Osteria Sara, Brodetto di pesce “della Sara”

Gli intenditori gourmet non mancheranno di regalarsi una cena al Clandestino Susci Bar di Moreno Cedroni o di incantarsi al tramonto per un aperitivo accompagnato dalle sue raffinate proposte.

Foto di Marco De Felicis e Antonella Cecconi

INFORMAZIONI

EVENTO
Mosciolando 13
dal 21 al 24 giugno 2019
Il programma

DOVE DORMIRE
La Carpinella
Indirizzo: Via frazione Poggio, 158
Portonovo di Ancona
Tel. Mobile: (+39) 340.9660177
Tel – Fax: (+39) 071.801300

DOVE MANGIARE
Trattoria Osteria Sara
Indirizzo: Piazza Vittorio Veneto, 9
60020 Sirolo AN
Telefono: 071 933 0716
Buon rapporto qualità/prezzo, pesce fresco

Ristorante da Giacchetti
Località Portonovo, 171 (Ancona)
Telefono 071 801384 /85
Ottima location per chi ama cenare sulla spiaggia, prenotate un tavolo in prima fila.

DOVE GODERSI L’APERITIVO AL TRAMONTO
Clandestino Susci Bar di Moreno Cedroni
Baia di Portonovo
Tel. +39 071 801422

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.