Venezia 76. The Laundromat, un film a caccia di premi con una Meryl Streep strepitosa

The Laundromat

The Laundromat, interpretato da un cast da Oscar, sull’elusione fiscale e lo scandalo dei Panama Papers.

Abbiamo seguito con entusiasmo, sopportandone il caldo e le file, un terzo della Mostra del Cinema di Venezia. Al Lido abbiamo ritrovato la consueta aria di festa, e glamour, per presenze sul red carpet e per il programma ambizioso che punta a superare quello dell’anno precedente.

The Laundromat, Meryl Streep
The Laundromat, Meryl Streep

The Laundromat il film di Steven Soderbergh (regista vincitore della Palma d’Oro a Cannes, 1989, con Sesso, bugie e videotape) è basato sul libro Secrecy World: Inside the Panama Papers Investigation of Illicit Money Networks and the Global Elite del giornalista Jake Bernstein. Il film racconta lo scandalo dei Panama Papers e di come l’America, dove il sistema non consente di evadere ma di eludere il fisco, sia la lavanderia dei soldi sporchi del mondo.

Meryl Streep in conferenza stampa
Meryl Streep in conferenza stampa

Il taglio scelto da Soderbergh non è quello documentaristico, stile Michael Moore, ma quello ironico affidato al racconto di Jürgen Mossack e Ramon Fonseca – interpretati brillantemente da Gary Oldman e Antonio Banderas – avvocati a capo di un grupo di aziende con sede a Panama e decine di uffici sparsi in quattro continenti. Uno studio che lavora con le più grandi istituzioni finanziarie e bancarie mondiali. I due raccontano la storia del credito dai tempi del baratto di beni materiali a quella moderna in cui la ricchezza è ad appannaggio di pochi. Spesso questa ricchezza è virtuale ed è dovuta a frodi basate su società offshore, scatole cinesi di cui è quasi impossibile rintracciare il percorso, dedite all’elusione fiscale.

Meryl Streep e Gary Oldman a Venezia (The Laundromat)
Meryl Streep e Gary Oldman a Venezia

Il film esordise con: “Questa storia è basata su segreti veri”. I Panama Papers era un dossier riservato con undici milioni e mezzo di documenti confidenziali della Mossack-Fonseca su 214.000 società offshore in cui erano presenti clienti miliardari in tutto il mondo. Tutti i nomi degli azionisti (tra cui capi di stato e di governo, funzionari, collaboratori e parenti) che occultavano i loro beni al controllo statale.

 Meryl Streep e Gary Oldman sul red carpet
Meryl Streep e Gary Oldman sul red carpet

Il marito di Ellen Martin (Meryl Streep) muore, in occasione del loro anniversario, durante un incidente in una crociera sul Lake George. Tentando di ottenere un risarcimento dall’assicurazione Ellen scopre una matrioska di assicurazioni fittizie che fanno tutte riferimento allo studio legale Mossack-Fonseca, proprietario di centinaia di migliaia di società offshore con sede a Panama.
Per venire a capo dei documenti Panama Papers è stato necessario il lavoro investigativo di circa 400 giornalisti di 107 organizzazioni informative di oltre 80 paesi. La dittatura del profitto sembra non lasciare spazio ad altro.
Divertitevi a scoprire anche il cammeo di Meryl Streep, straordinaria protagonista.

Il film prodotto da Netflix, una commedia divertente e grottesca su fatti realmente accaduti, sarà proiettato in alcune sale americane a partire dal 27 settembre.

INFORMAZIONI
Biennale Cinema 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.