Il Mercato Contadino Nutrire L’Aquila

Il 16 aprile, giorno in cui l’associazione fondata da Carlo Petrini ha compiuto trent’anni, è nato – su iniziativa della Confederazione italiana agricoltori (CIA) e di Slow Food – il Mercato Contadino Nutrire L’Aquila, simbolo dello Slow Food Day. (video all’interno)

Inaugurazione Mercato Contadino Nutrire L'Aquila
Inaugurazione Mercato Contadino Nutrire L’Aquila, Raffaele Cavallo (Slow Food Abruzzo), Filippo Rubei (presidente dell’associazione “Mercato contadino – Nutrire L’Aquila”), il sindaco Massimo Cialente,

Il mercato coperto, una struttura in legno di circa 220 metri quadri, si trova in via Eusanio Stella, vicino alla stazione. La sua realizzazione è stata possibile grazie alle donazioni raccolte dopo il terremoto.

Taglio del nastro, Silvia de Paulis e Filippo Rubei
Taglio del nastro, Silvia de Paulis e Filippo Rubei

All’inaugurazione hanno partecipato diversi rappresentanti delle Istituzioni: il sindaco Massimo Cialente, la senatrice Stefania Pezzopane e Gaetano Pascale, presidente nazionale Slow Food.

Filippo Rubei, presidente dell’associazione “Mercato contadino – Nutrire L’Aquila”, visibilmente commosso, ha raccontato come dopo il 6 aprile (giorno del terremoto) era iniziata una raccolta fondi come Cia. Una iniziativa simile era stata avviata anche da Slow Food, e così insieme a Silvia De Paulis, del Comitato regionale di Slow Food Abruzzo e Molise, hanno deciso di unire le forze.

Gilberto D'Annunzio
Gilberto D’Annunzio

Particolarmente toccante la testimonianza di Gilberto D’Annunzio, gestore a Lille di attività legate alla ristorazione italiana, che insieme al cantautore Gian Maria Testa (recentemente scomparso), ha organizzato una serata di beneficenza per raccogliere fondi per questo progetto.

Mercato Contadino, interno
Mercato Contadino, interno

Silvia de Paulis (consigliere regionale Slow Food Abruzzo e Molise) ha raccontato: «Dopo il terremoto del 2009 gli aquilani hanno perso sia le botteghe locali del centro che il loro mercato giornaliero. Con questa iniziativa vogliamo restituire centralità al cibo e ridare vita a un centro innovativo in cui ogni giorno si possono trovare prodotti locali, dagli ortaggi al vino, dal latte ai salumi, dall’olio al pane. Il mercato sarà anche un luogo di incontro, socializzazione e informazione per i consumatori e le aziende agricole, in cui rendere accessibile a tutti un cibo buono. Avremo anche un furgone – grazie al GAL (Gruppo di Azione Locale) Gran Sasso Velino – che girerà per il territorio sia per raccogliere i prodotti delle aziende che hanno difficoltà a raggiungerci ma anche per portare la cassetta con i prodotti stagionali a chi non può raggiungere il mercato».

Grani antichi
Grani antichi

 

All’insegna della biodiversità è importante il recupero dei prodotti tipici locali, come il “pomodoro a pera” da cui è stata ottenuta una nuova varietà, particolarmente produttiva, denominata Saab-Cra (Sapore antico abruzzese) di cui sono state donate delle piantine all’interno del Mercato.

Pomodoro a pera d'Abruzzo
Pomodoro a pera d’Abruzzo

 Il Gal ha contribuito con attrezzature e arredi e il Comune ha messo a disposizione il terreno, con l’intento dopo aver acquisito la proprietà della struttura di cederla in comodato d’uso gratuito ventennale all’associazione di produttori costituita per la sua gestione.

Condotta Slow Food
Condotta Slow Food

Filippo Rubei ha sottolineato come nel Mercato Contadino troveranno spazio tutti gli agricoltori del territorio, ora sono circa cinquanta produttori con quasi 200 prodotti presenti,  alcuni biologici certificati e tracciati. Tutte le aziende che hanno aderito al progetto sono tenute a rispettare dei rigidi disciplinari di produzione. L’auspicio è che il Mercato diventi un punto di riferimento per la ristorazione del territorio e l’educazione alimentare, per le scuole, le famiglie e i gruppi di acquisto, con la consegna a casa dei prodotti agricoli.

Rubei ha spiegato: “Ogni azienda avrà un suo spazio, dunque la vendita sarà diretta. Ma anziché avere 50 registratori di cassa abbiamo acquistato un programma che ci consentirà di gestire con un unico scontrino tutti i produttori. E’ un sistema validato dall’Agenzia delle Entrate e già utilizzato in altre realtà italiane. Ogni agricoltore sarà responsabile del proprio prodotto, dei quantitativi, del confezionamento, dell’etichettatura e della tracciabilità. Poiché i produttori non potranno essere fisicamente presenti tutti i giorni, perché dovranno stare in campagna a mandare avanti le loro aziende, la vendita sarà curata da una cooperativa sociale, ‘Ambiente e territorio’, dove lavorano quattro ragazzi che, per conto degli agricoltori, venderanno i prodotti.”

Distributori vino sfuso
Distributori vino sfuso

Foto e video di Marco De Felicis

Sede
via Eusanio Stella 4 (AQ)
Orari
dal martedì al sabato dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 20:00
Info
www.mercatocontadinolaquila.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.